loader
Tenore all'opera di cristiano Cremonini

Un tenore all’opera per ridere a tono – Recensione 31 marzo 2014

Un tenore all’opera per ridere a tono

di Filippo Benni

I profili semiseri dei maestri del melodramma scritti da Cristiano Cremonini un giovane talento della musica classica italiana, partito da Castel Maggiore alla conquista della lirica.

Siamo abituati a pensare al mondo della lirica come ad un mondo serioso, distaccato, quasi con la puzza sotto al naso, grave. Con poco, o nulla, da spartire con il resto del mondo dello spettacolo, più frivolo. Leggero, appunto. Cristiano Cremonini, classe ’74, tenore bolognese, socio di Emil Banca e astro emergente della lirica italiana, da tempo cerca di confutare questa congettura. Da diversi anni, anche grazie al sostegno di un Comitato Soci, nel teatro di Castel Maggiore, suo paese natale, Cremonini organizza “L’ora delle fantasie, una rassegna nata per condurre nel mondo dell’opera lirica anche chi non la conosce, attraverso un approccio leggero e semiserio agli autori e a quell’immenso patrimonio artistico che è uno dei prodotti più vincenti del tanto rinomato Made in Italy.

Gli appuntamenti con quella rassegna – ricorda il primo cittadino del Comune alle porte di Bologna, Marco Monesi – hanno permesso a tanti di noi di capire qualcosa in più su questa forma di espressione artistica in cui l’Italia seppe eccellere, guidati da un professionista che ci ha condotto con entusiasmo in un viaggio affascinante, palpitante, vivace”. Un viaggio che, dopo quattro anni di teatro, oggi fa tappa in libreria.

Tenore all’opera – Profili seri e divertenti di grandi maestri del melodramma”, questo il titolo della prima fatica letteraria di Cremonini che, come annunciato anche sulle pagine di questa rivista quando fu intervistato per la rubrica Socio personaggio, ha trasportato in un volume di 160 pagine (edito da Pendragon) i contenuti e il taglio di quegli appuntamenti.

Di che libro stiamo parlando, di cosa e come racconta, lo spiega bene, nell’introduzione, il professore di Storia ed Estetica Musicale, Piero Mioli, che scrive: “Prima l’autore tenore racconta discetta, chiacchiera, sorride sull’opera e sul palcoscenico, sul canto, sui cantanti, sul femminildivismo e sul tenorisimo in genere, e appunto dice la sua su pregi e dispregi, meraviglie e peccatucci d’oggi e di sempre, alla maniera volutamente rapsodica del pamphlet; poi traccia una breve storia del teatro d’opera italiano più popolare e rappresentato, quello ottocentesco robustamente divaricato tra Rossini e Puccini, anche qui con parecchi pizzicotti di umorismo ma anche con una dose notevolissima di quotidiana conoscenza, dicasi pure di preparazione e cultura specifica”.

Rossini era un uomo pigro? È vero che Bellini eccelleva in tutto? Perché Verdi vedeva nero? Queste domande, che riempiono la sinossi in quarta di copertina, rendono l’idea di cosa effettivamente si può trovare leggendo l’agile pubblicazione. E così, pagina dopo pagina, si scopre che Donizèt, come l’autore-tenore chiama amichevolmente Gaetano Donizetti, amava le donne e la pittura e che a Bologna ha fatto più o meno la stessa vita dei moderni fuorisede. Vincenzillo (all’anagrafe Vincenzo Bellini), precoce musicista siciliano, anche se figlio d’arte ha dovuto penare per convincere il padre che voleva per lui una carriera d’avvocato, mentre Peppino (Giuseppe Verdi), nonostante si chiamasse Fortunino di secondo nome, era un pessimista cronico. Forse per la sua giovinezza, passata a lavorare con le mani e non con le note, e a una sequela manzionana di sciagure. Poi le ali dorate lo portarono nel mondo degli immortali. Gioacchino (Rossini), Sor Giacomo (Puccini) e Pietro (Mascagni) completano l’elenco dei grandi Maestri di cui tratta il Tenore. Di questi vi evito anticipazioni per non rovinare la lettura a quanti vorranno entrare assieme a Cremonini nel “favoloso” mondo della lirica.

Da Notizie EmilBanca, periodico istituzionale, p. 38, Quadrimestrale anno XIII | n. 1 | Marzo 2014

http://www.emilbanca.it/Notizie%20EmilBanca/Archivio%20Notizie%20EmilBanca/neb%201_2014.pdf

 

ccremonini

0 #

©2012-2017 Cristiano Cremonini | cantante lirico - tenore | opera singer - tenor | Powered by ESIS Srl